Associazione KI Padova

ASSOCIAZIONE KI PADOVA

 ASSOCIAZIONE KI – associazione di volontariato

Via L.Perosi 156 – 35100 PADOVA

CF 92218380282 CEL : 340/0018208

associazioneki@yahoo.it

Anno di costituzione : 06/06/2008 

iscritta al Registro del Volontariato dal 2012 – n° PD-301

 

 

Finalità statutarie : l’associazione in particolare si propone:

1) di supportare le donne vittime di violenze, i bambini vittime di abusi e maltrattamenti, gli emarginati

3) di stabilire rapporti personali capaci di educare e far crescere ragazzi in situazioni dì particolare disagio soggettivo e sociale, di maltrattamenti e violenze fisiche e psicologiche

4) di supportare le strutture pubbliche nell’offrire un servizio qualificato agli studenti della scuola dell’obbligo e non, e alle loro famiglie aiutandoli ad ottenere un atteggiamento positivo nei confronti della scuola e dell’apprendimento culturale e successivamente nei confronti della vita stessa;

5) di contribuire alla rimozione delle cause che possono creare situazioni di bisogno e fenomeni di emarginazione presenti sul territorio anche in supporto ad altre istituzioni.

Collaborazioni attivate :

  • Associazione Autismo Padova (disabilità)
  • AGE Speciale Sant’Elena d’Este (disabilità),
  • Associazione Sweet Basil (Promozione della cultura),
  • ASD RED CARPET for all (Disabilità).

Attività principale:

Vista la natura ODV ONLUS l’attività continuativa e portante dell’associazione è quella di Volontariato e Solidarietà Sociale svolta a favore di soggetti svantaggiati in situazioni difficili in collaborazione con altre associazioni no profit ((attività volontaria di accompagnamento, organizzazione attività a supporto di situazioni di disagio, supporto organizzativo, comunicazione, sensibilizzazione, raccolta materiale etc);

Alcune progetti specifici realizzati:

2009-2010 PROGETTO : DARE & AVERE
Tema : educazione alla diversità e inclusione sociale disabili / normodotati
Con il contributo del Comitato di Gestione del Volontariato

2010-2011 PROGETTO PRIMO ISTITUTO IN MOVIMENTO
Tema : educazione alla diversità attraverso lo sport

2011 PROGETTO “VOLONTARIATO IN CAMPO”  (2011 l’anno europeo del volontariato)
Tema : sensibilizzazione dei giovani al volontariato per superare i pregiudizi  e gli stereotipi
con il Contributo del CSV di Padova

2012 Emergenza Terremoto
Nei mesi di giugno e luglio 2012 sono state organizzate raccolte e attività a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia.
Nello specifico sono state realizzate:

  1. Raccolte generi per la popolazione e per gli ENPA Locali
  2. Attività musicali e ricreative per gli abitanti del Comune di San Possidonio.

 

2013 FATE LARGO ALLA FAMIGLIA
Tema : formazione alle famiglie
Finanziato dal CSV di Padova

 

2014-2015 Progetto MUSEI APERTI 2014 – 2015
Tema : formazione alla diversità e inclusione sociale dei disabili nell’ambito dei percorsi artistici e culturali
Finanziato dal CSV di Padova

Percorsi per luoghi d’arte fruibili e accessibili ai ciechi, agli ipovedenti e ai portatori di disturbi del comportamento e cognitivi (disabilità e promozione turistica)
Province: Padova e Mestre

Incontri di sensibilizzazione teorici e pratici che coinvolgono gli operatori culturali, le guide turistiche, gli operatori socio assistenziali, e crea così i presupposti per un percorso di avvicinamento del mondo della cultura/arte a quello della disabilità.

Gli incontri di formazione e workshop:

  1. sono stati propedeutici a individuare stili, proposte, percorsi per avvicinare il mondo della disabilità ai musei
  2. hanno creato sinergie tra operatori culturali e operatori socio assistenziali, volontari delle associazioni, operatori delle cooperative, terapisti della riabilitazione;
  3. hanno permesso di stilare una mappa dei musei accessibili
  4. hanno creato un network  per diffondere le idee e le opportunità e risorse accessibili ai disabili che ci sono nel territorio

Percorso pratico:

  1. laboratori educativi e manuali riservati ai disabili e propedeutici alla acquisizione di competenze, per la promozione di un percorso di avvicinamento alle forme d’arte;
  2. Visite nel territori
  3.  Visite nei musei

Restituzione/monitoraggio attraverso il materiale che verrà prodotto dalle persone con disabilità in seguito all’esperienza fatta.

 

 

 

Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook